I 6 consigli utili per ritornare a studiare dopo le feste

studiare-dopo-le-feste

Ogni studente universitario deve affrontare, dopo le festività natalizie, il problema di ritrovare la concentrazione necessaria per applicarsi in modo adeguato allo studio ed evitare che la sessione di Gennaio si traduca in una figuraccia pubblica davanti ai propri colleghi di corso.

In questo articolo, troverai la soluzione ad un problema che io stesso mi sono trovato ad affrontare da studente universitario, cioè rimettermi a studiare dopo le festività natalizie, e che ho risolto grazie a 6 consigli utili, che ho applicato a me stesso con risultati positivi.

 

I 6 consigli per ritornare a studiare dopo le feste: cosa devi fare per avere il mindset giusto per affrontare la sessione di Gennaio

 

I 6 consigli che voglio darti oggi sono:

• cerca di liberare la mente da problemi che non riguardano lo studio e focalizzati solo sugli argomenti e i concetti che devi imparare.

L’apprendimento è un processo non facile, e per questo motivo non puoi permetterti di appesantirlo ancora di più;

• disattivare le notifiche del cellulare mentre stai studiando, per evitare distrazioni non volute che de-focalizzano la tua concentrazione e disperdono le tue energie;

• fare una lista prima di iniziare a studiare, degli obiettivi che vuoi raggiungere nella tua giornata di studio (es.: studiare X pagine in X ore);

• interagire, se possibile, in fase di ripetizione o quando ti capita di studiare un argomento complesso, con qualche altro studente in gamba come te che stia preparando la tua stessa materia, decidendo insieme alcuni argomenti da approfondire e ripetere (preferibilmente, i più importanti e quelli su cui si focalizza l’attenzione della commissione in sede d’esami);

• mettersi alla prova, interrogandosi da soli con una lista di domande più frequenti che sono state poste agli esami, e concentrarsi sui punti deboli della propria preparazione per migliorarsi.

(se non sei munito di una lista di domande più frequenti fatte dalla commissione d’esami, cercala su Appunti Condivisi)

• pensa ad un incentivo giornaliero: prima di iniziare a studiare, pensa ad un qualcosa che ti soddisfi e ti faccia stare bene dopo che finisci di studiare.

Un incentivo di questo tipo può aiutarti molto a concentrarti nello studio per un intervallo di tempo molto lungo, anche molte ore.

Adesso hai chiari i consigli da seguire per rimetterti a studiare con la concentrazione giusta dopo le festività natalizie.

Anche se alcuni possono sembrarti cose banali li ho inserite volutamente perché, anche conoscendoli, la gente non li applica e questo genera situazioni spiacevoli.

Vediamole insieme.

 

Qual è sicuramente la tua situazione se attualmente non applichi nemmeno uno di questi 6 consigli

 

Uno dei più grandi problemi che gli studenti universitari hanno dopo le feste natalizie è che dopo averle passate in tranquillità, cercando di diminuire lo stress e l’ansia pre-esame, si sentono in difficoltà per non aver fatto nulla durante quei giorni e per non averli sfruttati per rendere ancora di più nello studio.

A quel punto, quando si rimettono sui libri, si ritrovano con un sacco di pagine accumulate da imparare, interi malloppi da rivedere e cose che sembra impossibile memorizzare.

E quindi, al bisogno di ritrovare la concentrazione nello studio, si aggiunge sempre più in ansia, dato che le festività sono esattamente vicine alla prossima intera sessione d’esami, quella di Gennaio!

E quello che vorremmo fare è esattamente sprofondare tipo partecipanti di “Caduta Libera!” (il programma di Gerry Scotti in cui chi perde… cade giù!).

Vorremmo essere più stimolati ad imparare e ad acquisire informazioni e concetti che dobbiamo assimilare al più presto.

Abbiamo la necessità di riacquisire quell’armonia, quell’equilibrio che avevamo trovato prima del Natale e che adesso ci sembra un pò di aver perso.

Dobbiamo recuperare il “tono muscolare” per sfrecciare al meglio sulla pista dello studio e raggiungere la bandiera a scacchi dell’esame, da veri vincitori.

Esattamente, quello che provi è:

• ti senti indietro con lo studio;

• hai perso totalmente la concentrazione;

• non credi di essere in grado di assimilare quanto è necessario per superare gli esami che verranno;

• ti senti un mediocre;

• pensi di perdere solo tempo e che in generale lo studio non faccia per te (specie se hai avuto precedenti “delusioni” universitarie);

• ti senti confuso dai troppi ostacoli che devi superare

(se questo è un problema che senti tuo più degli altri, in questo articolo Marco Lombardo, un nostro caro amico, ti spiega come risolverlo);

• ti senti spaesato e credi di fare delle cose che non porteranno ad alcun risultato.

 

Cosa ti lasci alle spalle se applichi i 6 consigli che ti ho dato sopra

 

lasciarsi-i-problemi-alle-spalle

 

Se inizierai ad applicare fino in fondo le 6 dritte che ti ho dato sopra, avrai dei benefici che neanche ti immagini… e per questo te li dico io!

Studiare in un luogo adatto e con una lista degli obiettivi giornalieri eliminerà definitivamente tutta la confusione mentale che hai attualmente, facendo chiarezza definitiva su molti aspetti del tuo studio.

Il mettersi alla prova, interrogandosi con la lista delle domande più frequenti fatte dal professore in sede d’esami, ti aiuterà ad acquisire più sicurezza: saprai esattamente qual è l’approccio psicologico da avere per studiare al meglio

(se non hai ancora una lista di domande più frequenti fatte dalla commissione d’esami per la materia che stai preparando, farai meglio a procurartene una cercandola su Appunti Condivisi)

(se trovi difficoltà, invece, a pianificare il tuo studio, puoi benissimo utilizzare lo stesso esercizio che consiglio di fare a metà di questo articolo)

Inoltre, eliminerai definitivamente l’atteggiamento di superficialità nello studio che hai avuto fino ad ora (non è colpa tua, lo so benissimo, ma l’ambiente in cui vivi ed alcuni studenti che ti stanno intorno ti hanno fatto credere che studiare sia una cosa facile e banale… e non è assolutamente così!).

 

E adesso tocca a te!

 

I consigli che ho condiviso con te sono frutto di ciò che ho imparato sulla mia pelle.

Sono cose che hanno funzionato molto bene e che funzioneranno su di te, se ti attieni esattamente a ciò che ti ho detto e se deciderai di applicarli.

Tutto dipende da te.

Se, però, nella tua carriera universitaria hai sperimentato qualche dritta che non rientra tra questi 6 consigli, che ti ha aiutato a concentrarti nello studio specie in un periodo come quello dopo le festività natalizie, condividila qui sotto, inserendola nel rettangolo bianco dei commenti e cliccando su “Pubblica”.

Questo perché noi non siamo meglio di te, o i maestrini della situazione.

Siamo solo studenti che hanno fatto degli errori in passato e da cui abbiamo imparato alcune cose, che vogliamo condividere per dare più valore possibile agli altri studenti universitari.

Inoltre, se vuoi fare una domanda o un suggerimento, puoi scrivere sul Gruppo Facebook di Appunti Condivisi, in cui altri studenti universitari come te condividono esperienze preziose che possono aiutare gli altri a migliorare la propria situazione.

Se non ne fai già parte lo trovi al link seguente:

>>Clicca qui per aggiungerti al Gruppo Facebook Appunti Condivisi<<

 

Ottimizza il tuo studio e moltiplica i tuoi risultati con la condivisione.

 

Attilio Cordaro

Co-fondatore di Appunti Condivisi – Specifici per la Tua Università, Facoltà e Corso di Studi.

About The Author

Attilio Cordaro

Attilio Cordaro è un laureando in Giurisprudenza, con una grande passione per il mondo imprenditoriale e la comunicazione. Ha fondato insieme a Nicola Appunti Condivisi – Specifici per Università, Facoltà e Corso di Studi (www.appunticondivisi.com). Ad oggi si impegna con costanza per terminare i propri studi e per migliorare se stesso. E’ una persona carismatica, emotiva e tenace. Il suo desiderio è creare qualcosa che cambi davvero la vita delle persone!

Commenti